All’ assemblea dell’associazione Terre di Frattula, del 26-02-2015, si è parlato anche del successo dell’antipasto e dell’aperitivo agreste, tradizione del nostro territorio rurale

All’annuale assemblea plenaria dell’Associazione Terre di Frattula il presidente Marco Giardini ha esposto il consuntivo dell’attività svolta nel 2014 (valorizzazione del territorio, dell’enogastronomia e dell’artigianato) e sollecitato i presenti ad esprimersi sul loro consuntivo. Dall’incontro è scaturito che, nonostante la generale e grave crisi economica a tutti nota, il bilancio complessivo dell’attività svolta dai rispettivi associati, nell’anno appena trascorso, è da ritenersi discretamente positivo. Ovviamente il merito della tenuta va riconosciuto prevalentemente alle capacità imprenditoriali della singola azienda e alla qualità delle produzioni tipiche artigianali ed enogastronomiche locali proposte al singolo consumatore o al mercato più in generale.

I risultati positivi dell’Associazione hanno riguardato particolarmente la domanda (soprattutto da parte di privati e di turisti) relativa all’informazione e alla conoscenza diretta di aziende agricole e di artigiani. Il dato è riscontrabile anche presso gli uffici IAT di Senigallia, Trecastelli e Corinaldo dove, ad esempio, il depliant illustrativo delle Terre di Frattula ha ottenuto un grande successo, così come le visite al sito web che sono in costante crescita.

L’esperienza di Frattula sempre più radicata nel nostro territorio e anche nella Valle del Cesano, sta estendendo il raggio d’interesse tra cittadini ed operatori oltre la regione fino ad attrarre gruppi di turisti (anche di società sportive) provenienti dal nord Italia e dall’estero, interessati a scoprire le nostre colline, ripercorrere la storia, conoscere personalmente l’imprenditore agricolo, ricevere in cambio qualità e serietà.

La tracciabilità documentata della filiera corta, la qualità e la tipicità locale del prodotto, la storia del territorio, la solidarietà tra associati e la visibilità nel sistema in rete, sono le condizioni essenziali che l’Associazione ha chiesto fin dall’inizio agli interessati al progetto.

L’Assemblea, che si è svolta il 26 febbraio 2015 presso “La Grotta del Cinquecento” in Corinaldo (dove è possibile degustare i migliori vini di un vitivinicoltore locale, associato a Terre di Frattula), è stata anticipata da un sobrio e gradito pranzo sociale, che non ha trascurato il tradizionale e antico antipasto agreste: un paio di fette di pane bruscato tinte con un filo di olio extra vergine di oliva, alcune olive in salamoia, quattro fette di salame e un buon bicchiere di vino. Il tutto esclusivamente firmato: Aziende agricole aderenti all’associazione Terre di Frattula.

All’importante e partecipata riunione hanno preso parte tra gli altri il Sindaco del Comune di Corinaldo Matteo Principi assieme all’Assessore allo sviluppo economico e alla cultura, l’Assessore allo sviluppo economico del Comune di Senigallia Paola Curzi e un Rappresentante del Comune di Trecastelli.

Associazione Culturale Terre di Frattula Successo al Convegno di Senigallia

Il convegno promosso dall’Associazione culturale Terre di Frattula, in occasione di Pane Nostrum 2014, che si è svolto Sabato 20 settembre a Senigallia, ha riscosso un grande successo. Il tema all’ordine del giorno era molto ambizioso ma anche estremamente attuale: mutazioni del paesaggio, evoluzioni colturali, ricerca ed esperienze innovative, agricoltura biologica, cerealicoltura, tipicità locali, salvaguardia della biodiversità e dell’ecosistema.

Temi di grande interesse egregiamente relazionati da illustri Professori come il Dott. Rodolfo Santilocchi e il Dott. Andrea Galli, dell’Università politecnica delle Marche. L’imprenditore agricolo Dott. Antonio Trionfi Honorati ha trattato temi correlati alla canapa, al recupero colturale di una antica e diffusa piantagione marchigiana e ai suoi molteplici impieghi. I lavori sono stati aperti (e coordinati) dall’intervento del Presidente dell’associazione Terre di Frattula Marco Giardini, che ha illustrato la storia dell’Associazione ed i risultati conseguiti in circa quindici anni di attività.

Dopo l’intervento del Presidente il primo a parlare è stato il Sindaco di Senigallia, Maurizio Mangialardi, richiamando l’attenzione dei presenti sulla necessità di fare sistema tra i vari soggetti che operano nel settore primario. La politica, ha detto il Sindaco, in questo settore registra una eccessiva disattenzione che si traduce in carenze strategiche e problemi non solo economici. Occorre pertanto intervenire urgentemente e questo è anche compito degli Amministratori pubblici.

Il confronto è stato arricchito dagli interventi del Direttore provinciale della CIA, Evasio Sebastianelli, e dal Presidente della Cooperativa La Terra e il Cielo, Bruno Sebastianelli, con argomenti relativi al reddito agricolo e all’importante ruolo dell’agricoltura biologica. I due relatori hanno evidenziato anche la delusione degli operatori agricoli, per l’eccessiva burocrazia e discutibili normative. Particolarmente gradito dal pubblico l’intervento della Dott.ssa Martina Pirani, (delegata italiana al Youth20, il G20 giovanile di Sydney), che ha richiamato l’attenzione dei presenti sull’interesse dei grandi paesi per le nostre produzioni di qualità, rispettose dell’ambiente, che derivano proprio dalle micro realtà locali, come appunto le aziende associate a Terre di Frattula.

Dettagliato e puntuale l’intervento del Sindaco di Trecastelli Fausto Conigli, che ha illustrato alcuni problemi riguardanti le calamità naturali e le azioni messe in opera dagli amministratori locali per la bonifica e la prevenzione. Al Sindaco di Corinaldo, Matteo Principi, è stato affidato il compito di chiudere i lavori del convegno. Il Sindaco ha colto l’occasione per accennare al progetto pilota della sua maggioranza, che prevede la sinergica collaborazione tra il Comune ed i residenti per la salvaguardia e la manutenzione del proprio territorio. Un progetto, quindi, di grande interesse non solo per i corinaldesi.

Visita alla cantina Mencaroni di Corinaldo

Cantina Mencaroni Corinaldo

Immagini della vigna e della cantina di Federico Mencaroni di Corinaldo riprese in occasione della visita nelle Terre di Frattula del 17 maggio 2014.

Un gioiello di cantina che, grazie alla passione e alla competenza del giovane imprenditore, produce un ottimo vino  eccellenze nelle nostre terre marchigiane, gradite anche all’estero. La gita organizzata dall’Associazione Culturale Terre di Frattula ha visto la partecipazione di un gruppo di cittadini appartenenti alle associazioni Amici della Foce del Fiume Cesano e Noi insieme di Senigallia.

Cantina Mencaroni Corinaldo

Pagina 4 di 6