Grande successo nelle Terre di Frattula

 

Un successo veramente straordinario quello registrato domenica 18 marzo 2012 con l’iniziativa “andar per le Terre di Frattula tra cantine e paesaggio corinaldese”. Non è bastato il capiente pullman per soddisfare le numerosissime richieste pervenute all’organizzazione.

Stiamo parlando della visita alle aziende vitivinicole e di prodotti gastronomici ottenuti esclusivamente nelle Terre di Frattula. La degustazione delle leccornie, invece, è stata curata dai volontari del Circolo ACLI di Santa Maria in Portuno di Corinaldo.

La visita alle aziende artigianali ed agricole nel territorio dei cinque Comuni dell’antica Frattula (Senigallia, Corinaldo, Ripe, Monterado e Castel Colonna), che da alcuni anni si effettua con crescente interesse, è una delle forme più apprezzate dai cittadini, che in questo caso provenivano quasi totalmente dal Comune di Senigallia.

Infatti con tali iniziative si ottiene il contatto e la conoscenza diretta con il produttore. Il progetto comprende la valorizzare delle eccellenze locali e la conoscenza della storia, quando i monaci di Fonte Avellana, per alcuni secoli dopo l’anno mille, conducevano in forma associata ed innovativa quelle terre lungo la valle del Cesano e del Nevola.

Per molti visitatori è stata l’occasione per conoscere i luoghi di produzione, per contattare direttamente i produttori delle tipicità eno-gastronomiche locali delle Terre di Frattula, che magari prima conoscevano indirettamente con l’acquisto dei prodotti in qualche mercato, negli scaffali delle vetrine specializzate o persino in appositi spazi di alcuni supermercati.

L’Associazione pertanto, dopo il marcato successo di questa ultima iniziativa, sente l’obbligo di ringraziare tutti coloro che hanno partecipato ed hanno contribuito allo straordinario risultato (Circolo Acli, Associazioni degli agricoltori, Aziende agricole, Associazioni ambientaliste e di volontariato), nonché il Professor Giuseppe Lepore che ha messo a disposizione la sua speciale competenza nel presentare i percorsi di archeologia della Valle del Cesano e di Santa Maria in Portuno.

A tutti gli altri che in questa occasione sono rimasti a terra ed a coloro che magari pensano di prendere parte ad altre iniziative simili, abbiamo il piacere di ricordare che il programma non termina con questa escursione e che gli eventi verranno di volta in volta pubblicizzati tramite i mass media locali e il nostro sito web www.terredifrattula.it.